ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Karadzic: "Mi avevano promesso immunità"

Lettura in corso:

Karadzic: "Mi avevano promesso immunità"

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli Stati Uniti avevano promesso l’immunità a Radovan Karadzic a patto che rinunciasse alla vita pubblica. E’ questa la linea difensiva dell’ex capo politico dei serbi di Bosnia, sotto processo al Tribunale Penale Internazionale per la ex Jugoslavia per crimini di guerra e genocidio.

“L’accordo è stato raggiunto il 18 e il 19 luglio 1996 a Belgrado – dice l’avvocato difensore Peter Robinson -, abbiamo 15 testimoni, questo c‘è scritto nella mozione che abbiamo depositato oggi”. Sarebbe stato Richard Holbrooke, negoziatore americano per la pace in Bosnia, a promettere l’immunità, ma solo verbalmente. Non esiste alcun documento scritto in proposito. “Se Karadzic riesce a dimostrare che esisteva un accordo tra lui e Holbrooke – dice l’analista politico Zoran Zuza -, questo condizionerà l’esito del processo all’Aja”. Le stesse accuse mosse a Karadzic sono state rivolte anche al latitante Radko Mladic, alleato di Karadzic e capo militare dei serbi di Bosnia. Entrambi sono ritenuti responsabili del massacro di ottomila musulmani nel 1995 a Srebrenica e di genocidio durante l’assedio di Sarajevo durato 43 mesi.