ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aung San Suu Kyi ottiene una prima vittoria indiretta nella sua battaglia contro la giunta militare birmana

Lettura in corso:

Aung San Suu Kyi ottiene una prima vittoria indiretta nella sua battaglia contro la giunta militare birmana

Dimensioni di testo Aa Aa

Il suo caso ha convinto i paesi asiatici ed europei a chiedere compatti la sua liberazione e quella degli altri detenuti politici in Myanmar. Una svolta che a Londra non è passata inosservata:

“Registriamo un cambiamento di tono da parte dei paesi vicini al Myanmar. Prima sostenevano che fosse una questione di sovranità nazionale, oggi invece riconoscono che l’atteggiamento dei generali ha ripercussioni per tutta la regione”. La premio Nobel per la pace ha intanto preso la parola nel processo che potrebbe costarle cinque anni di carcere. Ai giudici ha detto che non ritiene di aver infranto i limiti imposti dagli arresti domiciliari, concedendo rifugio a un mormone americano. E anzi ha aggiunto che spettava alla giunta impedire che arrivasse a nuoto alla sua abitazione.