ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Allevatori protestano a Bruxelles contro il crollo del prezzo del latte

Lettura in corso:

Allevatori protestano a Bruxelles contro il crollo del prezzo del latte

Dimensioni di testo Aa Aa

Migliaia di allevatori si sono dati appuntamento a Bruxelles, per denunciare il crollo del prezzo del latte. La mobilitazione ha richiamato produttori da Olanda, Germania, Francia e Danimarca, e ha coinciso con il Consiglio dei ministri europei dell’agricoltura.

Non sono mancati momenti di tensione, specie quando alcuni allevatori hanno rotto i cordoni della polizia per avvicinarsi alla sede della Commissione europea. Ai Ventisette, i produttori chiedono interventi per stimolare l’offerta, magari rivedendo il sistema delle quote latte. Oltre che a Bruxelles, manifestazioni di protesta si sono svolte in diversi paesi europei, in particolare nell’Ovest della Francia, dove gli allevatori hanno bloccato le forniture alle centrali. I produttori denunciano che il prezzo del latte, fissato da un mercato globale in contrazione, è calato del 30% nell’ultimo anno. Gli industriali, accusati di approfittare della crisi per aumentare i margini di profitto, si difendono per bocca delle associazioni di settore: “Buona parte del latte prodotto in Francia e nel resto d’Europa è esportata nel mondo sotto forma di burro e latte in polvere. I mercati sono crollati, sono a un minimo storico. Cina e Russia non comprano più. Oggi questi prodotti invenduti rappresentano perdite considerevoli per le aziende”. A livello europeo, tutti concordano sulla gravità della situazione, ma per il momento i membri dell’Unione restano divisi sulle proposte concrete con cui affrontare il problema.