ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Trattato sul Libero Commercio, ancora fumata nera


Corea del Sud

Trattato sul Libero Commercio, ancora fumata nera

Ancora nessuna firma verrà posta da Unione europea e Corea del Sud per un Trattato sul Libero Commercio. A dividere gli interlocutori il settore auto. Bruxelles non arretra sulla clausola di orgine dei componenti, si oppone cioè al fatto che la Corea del Sud compri in Cina i componenti che verranno esportati in Europa e sui quali Bruxelles pratica speciali agevolazioni commerciali.

“Rimangono alcune questioni residuali che dobbiamo risolvere,- ha detto il presidente di turno ceco- questioni delicate per entrambi, quindi mi spiace di annunciare che l’accordo non verrà firmato prima della fine della presidenza ceca”. Dopo la Cina, l’ Unione europea è il secondo partner commerciale della Corea del Sud con un volume d’affari di oltre 60 miliardi di euro. L’ Europa è inoltre il maggiore investitore in Corea del Sud con cifre che alla fine del duemilasette hanno superato i trenta miliardi di euro. I negoziati per un Trattao di Libero Commercio sono cominciati due anni fa subendo periodici stop, ma il dissenso sull’ origine dei prodotti è rimasto una costante. Secondo alcuni osservatori questo nuovo blocco potrebbe rappresentarne il congelamento definitivo, ora che Seul sta lavorando ad un accordo simile sul settore auto con Washington
Prossimo Articolo

mondo

Il Bundespraesident secondo la Costituzione