ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

No al risarcimento per i militari francesi vittime dei test nucleari

Lettura in corso:

No al risarcimento per i militari francesi vittime dei test nucleari

Dimensioni di testo Aa Aa

Non hanno diritto al risarcimento dodici ex militari francesi che si sono ammalati di tumore dopo i test nucleari in Algeria e Polinesia.

L’ha deciso la corte d’appello di Parigi, perché quasi per tutti le richieste riguardano fatti antecedenti il 1° gennaio 1975, data limite fissata per legge. Un caso è stato invece giudicato di competenza del Tribunale delle pensioni militari. “Non so se valga la pena continuare – dice una delle vittime -, perché se succede così tutti gli anni… Ogni anno ci diciamo che l’anno prossimo andrà meglio e invece non è così”. Il tribunale si è infatti limitato a confermare una decisione di prima istanza. Ora le speranze sono rivolte al parlamento, che mercoledì prossimo voterà la creazione di un fondo speciale di 10 milioni di euro per quest’anno, con l’obiettivo di risarcire le centinaia di vittime dei test nucleari compiuti dalla Francia dal 1960 al 1996.