ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Summit Ue-Russia: energia e Georgia avvelenano le relazioni

Lettura in corso:

Summit Ue-Russia: energia e Georgia avvelenano le relazioni

Dimensioni di testo Aa Aa

È “il summit più freddo”, secondo i media russi, il ventitreesimo vertice fra Russia e Unione europea che si sta svolgendo in queste ore a Khabarovsk. Lontanissima da Bruxelles, più di 10 mila chilometri, la città scelta per il summit, quasi a significare la distanza che separa la Russia dai Ventisette, in particolare sul tema dell’energia e sul dossier georgiano. Ma non solo, perché Mosca si lamenta anche della sua decennale attesa nell’anticamera dell’Organizzazione mondiale del commercio, e guarda con sospetto al nuovo partenariato fra l’Unione europea e sei ex repubbliche sovietiche. Dopo la cena informale di ieri, è arrivato il momento del confronto vero e proprio.

Al centro, dunque, la questione energetica, con all’orizzonte una possibile replica della guerra del gas con Kiev. L’Unione europea ha firmato a marzo un accordo con l’Ucraina per la ristrutturazione dei gasdotti, mandando Mosca su tutte le furie. Senza uscita sembra poi essere la questione georgiana, sorta con la guerra dell’anno scorso fra Mosca e Tiblisi. Bruxelles vorrebbe che gli osservatori europei entrassero nelle regioni separatiste dell’Ossezia del sud e dell’Abkhazia ma la Russia si oppone affermando che si tratta ormai di Stati indipendenti.