ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Netanyahu: Gerusalemme è degli israeliani

Lettura in corso:

Netanyahu: Gerusalemme è degli israeliani

Dimensioni di testo Aa Aa

Gerusalemme sarà per sempre d’Israele. Nel Jerusalem Day, il giorno in cui lo Stato ebraico festeggia la riunificazione della città, nel 1967, il Premier Benyamin Netanyahu ha pronunciato parole che non lasciano spazio a dubbi sulla posizione del governo. “Gerusalemme unita è la capitale di Israele. Gerusalemme era e sarà sempre nostra. Gerusalemme non sarà mai più divisa”.

Netanyahu ha inviato il suo messaggio dalla Collina delle Munizioni, luogo simbolo della battaglia fra arabi e israeliani che portò alla riconquista di Gerusalemme Est. Un discorso che arriva dopo l’incontro con il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama a Washington, nel quale aveva già espresso la contrarietà alla creazione di uno Stato autonomo palestinese. Nel frattempo però, con un gesto che appare poco più che simbolico, il Premier israeliano ha ordinato lo smantellamento di una piccola colonia in Cisgiordania. “Ho promesso che per ogni volta che demoliscono le nostre case qui costruiremo cinque volte di più” assicura tuttavia un giovane colono. La road map per la pace del 2003, poneva la fine della colonizzazione della Cisgiordania come obbligo da parte dello Stato ebraico.