ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cannes: star poco generose contro l'Aids

Lettura in corso:

Cannes: star poco generose contro l'Aids

Dimensioni di testo Aa Aa

Sharon Stone nell’ormai consueta veste di battitore d’asta, Bill Clinton in una rapida comparsata, il suo sax, l’omaggio a Natasha Richardson, l’attrice scomparsa qualche mese fa… e poi smoking, vestiti di gala, guardie del corpo.

L’ormai tradizionale serata dell’Amfar per la lotta all’Aids, che si svolge a margine del festival di Cannes, quest’anno si è spostata in un grand Hotel di Cap D’Antibes, nel cui enorme salone si sono seduti quasi ottocento Vip. Bill Clinton, la cui dedica apposta su un sassofono ha fatto battere lo strumento a 130.000 euro, è rimasto solo una decina di minuti. Il tempo di lanciare un appello: “Vi chiedo di andare a casa e dire agli amici e ai vicini che quando i tempi si fanno duri è il momento di dare di più, non di meno. Perché viviamo in un mondo inter-dipendente, e non possiamo tollerare questo livello di disuguaglianza e di instabilità”. Annie Lennox ha cantato alcuni dei suoi grandi successi. Stamattina, la brutta sorpresa: la generosità dei VIP lascia a desiderare, e l’appello di Bill Clinton non è stato proprio ascoltato: dai 10 milioni di dollari dello scorso anno, la raccolta è calata. A meno della metà.