ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Torna in carcere Aung San Suu Kyi

Lettura in corso:

Torna in carcere Aung San Suu Kyi

Dimensioni di testo Aa Aa

Rischia cinque anni di prigione per violazione del regime sugli arresti domiciliari.

Aung San Suu Kyi è stata trasferita in carcere in attesa di essere sottoposta a un nuovo processo. La premio Nobel per la pace e leader dell’opposizione in Myanmar è accusata di aver ospitato illegalmente un cittadino americano. Il 3 maggio scorso, John Yettaw, dopo aver attraversato a nuoto un lago, aveva trascorso due giorni nell’abitazione della dissidente birmana, contravvenendo ai divieti imposti dal governo. Anche l’uomo è stato arrestato. C‘è chi accusa il governo birmano di aver cercato un pretesto per rimettere in carcere Aung San Suu Kyi. “Avrebbe dovuto concludere il periodo degli arresti domiciliari il 27 maggio. Ma la giunta militare ha cercato un modo per non liberarla, per tenerla separata dal popolo birmano e dalla comunità internazionale”. Il processo si aprirà lunedí all’interno della prigione d’Insein a Yangon, l’ex capitale, dove la Premio Nobel per la pace è rinchiusa. Aung San Suu Kyi ha trascorso 13 degli ultimi 19 anni sotto varie forme di detenzione.