ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sri Lanka: il Consiglio di sicurezza chiede la tutela dei civili

Lettura in corso:

Sri Lanka: il Consiglio di sicurezza chiede la tutela dei civili

Dimensioni di testo Aa Aa

La guerra nell’ultima roccaforte dei ribelli tamil nel nord est dello Sri Lanka continua a mietere vittime. In trappola tra guerriglia ed esercito ancora tra ventimila e cinquantamila civili. Un’emergenza umanitaria che è finita nelle stanze del Consiglio di sicurezza dell’Onu.

“I membri del Consiglio di Sicurezza – riporta l’ambasciatore russo, Vitaly Churkin – condannano la guerriglia Tamil per gli atti di terrorismo e per il loro costante utilizzo di civili come scudi umani. Riconoscono inoltre il legittimo diritto del governo di combattere il terrorismo. Esprimendo profonda preoccupazione per i civili chiedono al governo di onorare gli impegni presi nel non utilizzare armi pesanti in aree popolate”. Gli scontri tra esercito regolare di Colombo e guerriglia tamil si concentrano nella zona di Mullaittivu, lungo la costa nord orientale dello Sri Lanka. I civili ostaggio del conflitto si trovano senza acqua, cibo e medicine. Nelle ultime settimane l’acuirsi dei bombardamenti ha indotto alla fuga dalla regione almeno 190 mila persone.