ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Banche, Kbc e Natixis in profondo rosso, Fortis e CA escono dal tunnel

Lettura in corso:

Banche, Kbc e Natixis in profondo rosso, Fortis e CA escono dal tunnel

Dimensioni di testo Aa Aa

Banche, i riflettori sono ancora una volta puntati sui bilanci. E dalla pubblicazione degli ultimi risultati trimestrali non si vede ancora la luce in fondo al tunnel.

A deludere la voglia di ritorno alla stabilità finanziaria è la belga Kbc, che nel primo trimestre dell’anno ha perso 3,6 miliardi di euro, costringendo lo Stato a intervenire per la terza volta a tamponare la falla. Stesso copione per la francese Natixis. La banca d’affari creata dai due istituti Caisse d’Epargne e Banque Populaire ha registrato perdite per 1,8 miliardi di euro, facendo un bagno superiore delle attese. Tanto che i due azionisti sono stati costretti a iniettare 3,5 miliardi di euro. A controbilanciare la fotografia della situazione sono arrivati i risultati del primo trimestre 2008 di Fortis e del Crédit Agricole. Il gruppo belga-olandese, rilevato in parte da Bnp Paribas, torna all’utile e guadagna 44 milioni di euro, nonostante la svalutazione del portafoglio investimenti per quasi 100 milioni di euro. Utili in ribasso ma pur sempre guadagni per il Credit Agricole. La prima banca francese ha registrato un profitto netto di 202 milioni.