ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'omaggio della Cina alle vittime del terremoto di un anno fa

Lettura in corso:

L'omaggio della Cina alle vittime del terremoto di un anno fa

Dimensioni di testo Aa Aa

La Cina commemora gli 80mila morti del terremoto che l’anno scorso scolvolse il Sichuan: erano le 2,28 ora locale, le 8,28 in Italia. A Dujiangyan il presidente Hu Jintao ha reso omaggio a coloro che hanno perso la vita a causa del sisma.

Il terremoto di magnitudo 8 con epicentro a Wenchuan è stato il più devastante dal 1976 in Cina. Migliaia di persone risultano ancora disperse. Nella zona crollò l’80 per cento degli edifici, Pechino ha affermato che spenderà oltre 100 miliardi di euro per la ricostruzione, ne ha investiti già quasi 40. Le autorità contano di terminare la costruzione di case scuole e ospedali entro settembre 2010 cioè un anno prima del previsto. “La sfida principale per noi è fare in modo che la gente possa andare a vivere in una nuova città il più presto possibile”, ha detto il vice presidente della contea di Beichuan, He Wang. “E possa ricostruire la sua casa materiale e spirituale. Poi dobbiamo creare posti di lavoro oltre a cercare di dar loro nuove case”. Tra gli 80.000 morti oltre 5000 furono bambini rimasti uccisi nel crollo di scuole costruite con materiali troppo scadenti, hanno denunciato i genitori che accusano le autorità di negligenza e subito dopo il terremoto hanno tentato di organizzare varie manifestazioni di protesta, represse dalla polizia.