ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan, cresce l'esodo dei profughi

Lettura in corso:

Pakistan, cresce l'esodo dei profughi

Dimensioni di testo Aa Aa

Fuga dalla valle di Swat. Decine di migliaia di pachistani hanno approfittato della sospensione del coprifuoco per fuggire dal teatro di violenti combattimenti tra forze armate regolari e taleban. Si calcola che siano già circa 750 mila i profughi, 30 mila dei quali hanno trovato rifugio in campi di fortuna. La crisi umanitaria rischia di aggravarsi, con altre 500 mila persone pronte a partire. Le organizzazioni umanitarie sono sul posto, ma i loro sforzi non bastano.

“Abbiamo fatto appello a tutte le parti del conflitto e anche al governo – dice un rappresentante della Croce Rossa Internazionale -, affinché prendano tutte le misure necessarie per proteggere i civili. La loro situazione è critica: mancano acqua, cibo, medicine, molti sono i feriti a causa dei combattimenti”. Secondo lo stato maggiore americano, l’offensiva nella valle di Swat è il segno della volontà del governo pachistano di annientare l’insurrezione taleban. Il Pentagono sostiene che non ci sono particolari preoccupazioni circa la sicurezza degli armamenti atomici che il Pakistan possiede. Nelle ultime ore, sarebbero 200, secondo fonti delle forze armate, i guerriglieri taleban uccisi.