ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo: tre notti di disordini, dopo la morte di un ragazzo di periferia.

Lettura in corso:

Portogallo: tre notti di disordini, dopo la morte di un ragazzo di periferia.

Dimensioni di testo Aa Aa

Automobili e cassonetti dati alle fiamme, colpi d’arma da fuoco e bottiglie molotov contro i muri del commissariato: la rivolta della periferia è proseguita la notte scorsa, terza notte consecutiva, e solo all’alba la polizia è riuscita a riportare alla normalità il quartiere di Bela Vista, nella periferia di Setubal, una città a una cinquantina di chilometri da Lisbona.

“Sparavano dappertutto, senza badare alla presenza delle persone, o di bambini… – racconta un’abitante del quartiere – è il caos, bisogna trovare una soluzione. Bisogna fare qualcosa, i cittadini hanno il diritto di andare per strada, fare le loro cose, e non possono perché hanno paura”. Un ragazzo del quartiere , giovedì, dopo aver tentato di scassinare un bancomat, era rimasto ucciso nell’inseguimento della polizia. La manifestazione davanti al commissariato si è presto trasformata in disordini. Almeno dieci persone sono state fermate, alcune per possesso illegale di armi da fuoco. Il caso è ormai politico: le polemiche fioccano, e si è tenuta una riunione d’emergenza al Ministero dell’Interno.