ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giordania. Il Papa visita la moschea di Amman

Lettura in corso:

Giordania. Il Papa visita la moschea di Amman

Dimensioni di testo Aa Aa

Dialogo con il mondo musulmano, la fede religiosa come forza capace di aiutare il processo di pace. Benedetto XVI ha coronato la seconda giornata del suo viaggio in Medio Oriente visitando la moschea al Hussein ben Talal di Amman.

Un gesto distensivo che mira a chiudere definitivamente lo strappo del discorso fatto dal Papa a Ratisbona che tante critiche suscito’ nel mondo musulmano. Il principe hashemita Ghazi Bin Talal cugino del re di Giordania Abadallah II e suo consigliere per gli affari religiosi ha espresso apprezzamento per le parole del Pontefice: “Voglio ringraziarla Santità per le scuse da lei formulate dopo la lettura da lei tenuta a Ratisbona il 13 settembre del 2006 e che fu causa di incomprensione con il mondo musulmano” Il Papa ha poi preso la parola affermando che “purtroppo non si puo negare che tensioni e divisioni hanno segnato i rapporti tra le religioni che spesso sono state manipolate a fini ideologici o politici e sono anche state usate per giustificare atti violenti” La giornata del Pontefice si è conclusa con la messa nella cattedrale greco melkita di san Giorgio ad Amman. Il Papa è stato accolto dai cori festosi dei religiosi e seminaristi e ancora una volta ha lanciato un accorato appello per la difesa delle comunità cristiane perseguitate in primo luogo la comunità caldea irachena