ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sotto inchiesta in Francia tre presidenti africani

Lettura in corso:

Sotto inchiesta in Francia tre presidenti africani

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’inchiesta senza precedenti, quella aperta in Francia nei confronti dei presidenti di tre paesi africani alleati chiave di Parigi. Il giudice istruttore Françoise Desset ha accolto la denuncia di un’organizzazione non governativa. Secondo Transparency International i beni posseduti in Francia dai presidenti del Gabon, del Congo, e della Guinea equatoriale sono stati acquistati con denaro sottratto alle finanze pubbliche dei rispettivi paesi.

Il presidente del ramo francese di Transparency, Daniel Lebegue, ha dichiarato: “In applicazione della convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione, vogliamo ottenere che questi soldi pubblici, sottratti indebitamente da questi leader e dalle loro famiglie, siano restituiti ai loro legittimi proprietari”. Il caso è delicato, e la procura potrebbe fare appello. I presidenti del Gabon, Omar Bongo, e del Congo, Denis Sassou-Nguesso, sono i più fedeli alleati della Francia in Africa, e Parigi ha forti interessi economici in questi due paesi e nella Guinea equatoriale di Teodoro Obiang, tutti produttori di petrolio. Ma un appello – fa notare Transparency – inficierebbe gli impegni presi da Sarkozy al G20 contro paradisi fiscali e reati finanziari.