ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tentativo di rivolta militare fallito. Secondo Sakaashvili è stato fomentato dalla Russia

Lettura in corso:

Tentativo di rivolta militare fallito. Secondo Sakaashvili è stato fomentato dalla Russia

Dimensioni di testo Aa Aa

Si infiammano nuovamente i rapporti tra Russia e Georgia e proprio alla vigilia dell’inizio delle esercitazioni Nato nella Repubblica caucasica.

Tbilisi accusa Mosca di aver fomentato un tentativo di colpo di stato militare. Secondo il presidente georgiano MiKhail Sakaashvili la situazione è già tornata sotto controllo grazie all’invio di una trentina di carri armati alla base di Mukhrovani, poco lontano dalla capitale. “La ribellione in una base militare – ha detto Sakaashvili – è una serie minaccia, ma allo stato attuale la base è stata isolata. Si tratta di una rivolta di grande ampiezza ma è già stata stroncata”. Secondo il ministero degli interni georgiano, gli insorti sarebbero stati pagati da Mosca. Secondo la ricostruzione il complotto puntava alla cancellazione delle esercitazioni Nato in Georgia se non ad un vero e proprio colpo di Stato. L’anno scorso, in estate, le tensioni tra Russia e Georgia sono sfociate in guerra aperta sulla questione delle Repubbliche separatiste di Abkhazia e Ossezia del Sud.