ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Oms: "Nessun focolaio di H1N1 in Europa"

Lettura in corso:

L'Oms: "Nessun focolaio di H1N1 in Europa"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Organizzazione mondiale della sanità non teme che in Europa si possa scatenare un contagio su larga scala di influenza suina come accaduto in Messico. Lo ha detto il numero due dell’organizzazione, Kejii Fukuda, secondo il quale in Europa non c‘è un focolaio autonomo della malattia.

In Messico, intanto, si prova a uscire dall’emergenza e lentamente si comincia a tornare alla normalità. L’epidemia influenzale ha lasciato dietro di se danni per 2,3 miliardi di dollari, ai quali il governo ha deciso di rispondere con un pacchetto di misure volte a rilanciare l’economia, a iniziare dal turismo, che rappresenta poco meno del 10 per cento del Prodotto interno lordo. Il presidente, Felipe Calderon: “Ho già dato istruzioni ai ministri affinché definiscano una serie di misure per mitigare l’impatto sull’attività economica del paese. Una di queste sarà rivolta alla promozione dell’immagine del Messico, così da far tornare i turisti, da ogni parte del mondo”. Secondo gli esperti, che comunque invitano a non abbassare la guardia, il picco dei contagi è passato. Fino ad ora l’epidemia ha causato 27 morti, dei quali 26 in Messico e uno negli Stati Uniti. E va verso la conclusione anche l’odissea di un gruppo di turisti messicani in Cina, costretti in quarantena dopo lo scoppio dell’epidemia. Dopo le proteste di Cittâ del Messico, un aereo è giunto a Pechino per farli tornare a casa.