ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marchionne a Berlino per l'affare Fiat-Opel

Lettura in corso:

Marchionne a Berlino per l'affare Fiat-Opel

Dimensioni di testo Aa Aa

Il futuro di Opel sta in una alleanza europea, che sotto la guida di Fiat potrà rilevare tutte le attivita di General Motors Europe facendo nascere un gruppo da 80 miliardi di euro.

E’ la posizione che oggi a Berlino l’amministratore delegato della casa torinese, Sergio Marchionne, espone a due ministri del governo Merkel, con l’obiettivo di convincere istituzioni e sindacati a dare via libera al piano di salvataggio. “Chiediamo di stabilire un volume di produzione per ogni stabilimento, mantenendo gli occupati” dice un delegato. “I dettagli sono ancora in via di definizione, ma presenteremo le nostre richieste pubblicamente”. Fiat, dal canto suo, si dice pronta a scorporare Fiat Auto dal gruppo globale, e a fondersi con le altre case, nella prospettiva di dar vita a un soggetto unico che possa venire quotato in borsa. Non è escluso che la nuova alleanza possa integrarsi nel recente patto tra gli italiani e la Chrysler, definito solo pochi giorni e che prevede l’ingresso di Fiat nella casa statunitense, in cambio delle licenze per produrre auto più eco-compatibili.