ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia-Russia: un accordo per Elise

Lettura in corso:

Francia-Russia: un accordo per Elise

Dimensioni di testo Aa Aa

Un progetto di accordo messo a punto dagli avvocati dei genitori della piccola Elise, la bambina franco-russa contesa da padre e madre, verrà sottoposto mercoledì alla madre detenuta in Ungheria. Elise era stata sottratta al padre Jean Michel André con la forza lo scorso 20 marzo ad Arles, nel sud della Francia. La madre Irina Belenkaia, grazie all’aiuto di due uomini, era riuscita a ripartire con la bambina.

“Abbiamo preparato un certo numero di progetti – ha spiegato un mediatore a Mosca -. Si tratta di un accordo amichevole che permetterà ai genitori di firmare questi documenti. L’unico ostacolo adesso è il fatto che la madre si trovi in carcere, e questa circostanza non favorisce una soluzione rapida della vicenda”. Dopo l’arresto della madre il 12 aprile scorso alla frontiera tra Ungheria e Ucraina, il padre ha riportato la piccola Elise in Francia cercando di far perdere le sue tracce. Il governo francese ha inviato alle autorità ungheresi una richiesta di estradizione per la madre che dovrà essere giudicata per rapimento e lesioni volontarie.