ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bandiera russa in Ossezia e Abkhazia

Lettura in corso:

Bandiera russa in Ossezia e Abkhazia

Dimensioni di testo Aa Aa

Soldati russi hanno cominciato a pattugliare i confini di fatto dell’Ossezia del sud, regione ribelle riconosciuta da Mosca dopo la guerra con la Georgia dell’estate scorsa. Nelle prossime ore, le guardie di frontiera si stabiliranno anche in Abkhazia, l’altra regione che rivendica l’indipendenza da Tbilisi e che la Russia ha riconosciuto. Il controllo delle frontiere di fatto è stato stabilito da un accordo firmato dal presidente russo Dmitri Medvedev e dai presidenti delle regioni separatiste. L’intesa ha una durata di 5 anni ed è rinnovabile. L’arrivo delle guardie di frontiera russe precede di qualche giorno l’avvio di esercitazioni della Nato in Georgia che hanno già seminato tensione tra Mosca e i governi occidentali. Medvedev ha definito le manovre “una chiara provocazione, perché non si fanno esercitazioni dove si è appena combattuta una guerra”. Il governo georgiano, dal canto suo, teme una provocazione russa durante il dispiegamento delle truppe dell’alleanza.