ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grande Parigi, grande sfida: Sarkozy e la Ville Lumière del futuro

Lettura in corso:

Grande Parigi, grande sfida: Sarkozy e la Ville Lumière del futuro

Dimensioni di testo Aa Aa

La più grande sfida del XXI secolo: reinventare le metropoli e trasformarle in città ecologiche.

E’ questo il progetto di Nicolas Sarkozy per Parigi regione capitale. Il Presidente francese ha annunciato investimenti per 35 miliardi di euro per i trasporti nel quadro del progetto Grande Parigi. Da realizzare in 12 anni. Ne ha parlato all’esposizione sulla Parigi del futuro inaugurata alla Città dell’Architettura: “La Grande Parigi non sarà più un agglomerato urbano ma un’unica città” ha detto. “Non parleremo più di banlieue, di aree urbane sensibili. Il destino dei singoli non sarà più determinato dal quartiere in cui si vive che smetterà di essere un fattore di discriminazione. La città incarnerà il vero, il bello, il giusto”. Cita Victor Hugo, il Capo dello Stato. E mette in risalto lo spazio dato al verde nella Ville Lumière del futuro. Una super-metropolitana che cirdconderà Parigi, ma anche giardini pensili e un bosco da un milione di alberi a Roissy. E il grande progetto di facilitare l’accesso al mare, con un Tgv che colleghi il porto di Le Havre in un’ora, come spiega l’architetto Antoine Grumbach. Secondo il quale non esiste una grande metropoli senza un porto. E Parigi svilupperà la sua identità attorno alla Senna. Insomma una città ideale. Ma tra Parigi e il mare resta ancora l’approvazione da parte del parlamento, in ottobre, di un finanziamento record. Che comunque promette di portare un milione di posti di lavoro in 20 anni.