ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Calderon, "restate in casa per tutte le vacanze"

Lettura in corso:

Calderon, "restate in casa per tutte le vacanze"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Messico resta con il fiato sospeso ed in questa atmosfera si appresta a trascorre il lungo ponte del primo maggio. Il numero dei casi sospetti di febbre suina continua a variare. Se la strategia per contenere il virus sta funzionando lo si saprà da domenica, quando cioè saranno trascorsi dieci giorni dall’inizio dell’epidemia.

Il presidente Felipe Calderon invita a restare chiusi in casa: “In questi giorni di vacanze, nel lungo fine settimana che abbiamo di fronte, dal primo al cinque maggio, vi chiedo di restare a casa con le vostre famiglie, perché non c‘è posto piu’ sicuro per evitare il contagio da influenza suina”. Ci si interroga inoltre sull’ origine del virus. I sospetti si concentrano sul dipartimento di Veracruz, nel sud del paese dove si trova un grande allevamento di suini gestito da una multinazionale. Una pista messa in dubbio dagli epidemiologi. “Secondo le analisi, il segmento di genoma suino che si trova nel virus è chiaramente legato ad un tipo di suino che si trova solo in Asia ed in Europa”. L’origine della malattia non andrebbe dunque cercata in Messico. Ma è qui che ha mietuto piu’ vittime, otto quelle accertate. Senza contare gli effetti sull’economia, turismo e trasporti i settori piu’ colpiti.