ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I Socialisti europei vogliono piú sinistra

Lettura in corso:

I Socialisti europei vogliono piú sinistra

Dimensioni di testo Aa Aa

Più a sinistra e contro Barroso. Sono i due slogan scelti dai socialisti europei per lanciare un manifesto comune in vista delle elezioni in programma dal 4 al 7 giugno. A Tolosa, in Francia, si sono ritrovati i capilista socialisti dei 27 paesi dell’Unione e alcuni leader del partito. In realtà non proprio tutti vogliono cacciare Barroso: l’attuale presidente della Commissione gode del sostegno dei socialisti britannici, spagnoli e portoghesi. Ma a Tolosa non si è arrivati alla frattura.

“Sono contento di far parte della famiglia dei socialisti, sono contento di far parte di questa strategia comune, di un piano comune di rilancio dell’economia, dell’impiego, ma soprattutto di stare dalla parte dei più deboli, in una società disuguale e ingiusta a livello globale”. Resta la contraddizione della scelta fatta, più o meno ufficialmente, da Gordon Brown e da José Luis Rodriquez Zapatero, di sostenere il conservatore Barroso. Ma in questa fase sembra contare di più il programma. “Queste rivendicazioni hanno a che vedere con un’Europa sociale, un’Europa di solidarietà, un’Europa di crescita ma di crescita pulita, un’Europa della scuola e del talento, un’Europa della pace. Mettiamo innanzi il nostro programma, i nostri cittadini, e poi decideremo per chi votare”. Una posizione netta contro l’appoggio a Barroso è giunta dai socialisti francesi guidati dal nuovo segretario Martine Aubry. Nel Parlamento uscente il partito popolare era in maggioranza. I socialisti vogliono l’alternanza.