ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Torture Cia: il ruolo di Rice e Cheney mette in imbarazzo la Casa Bianca

Lettura in corso:

Torture Cia: il ruolo di Rice e Cheney mette in imbarazzo la Casa Bianca

Dimensioni di testo Aa Aa

Obama tra l’incudine e il martello. I documenti che attestano il via libera dell’ex Segretario di Stato Condoleeza Rice al waterboarding negli interrogatori della Cia rende difficile la posizione del Presidente statunitense che quella pratica ha messo al bando.

La pubblicazione dei documenti segreti sulle torture della Cia mette all’angolo anche l’Attorney General Eric Holder, che assolve tra l’altro le funzioni di ministro della Giustiza: “Non permetterò che si criminalizzino le scelte politiche” spiega. “Tuttavia è mia responsabilità rafforzare l’apparato giuridico. Se riscontrerò condotte illegali, le perseguirò fin dove la legge me lo consente”. Holder era stato chiamato in causa da Obama stesso per decidere sulla responsabilità di chi aveva fornito il quadro giuridico alle torture. Tra costoro, oltre a Rice allora consigliere per la sicurezza nazionale, l’ex Vice presidente Dick Cheney, ora capofila degli accusatori della linea Obama e difensore della legalità delle tecniche di interrogatorio avallate in una riunione del due mila due. Khalid Sheik Mohammed è il caso esemplare: ritenuto l’organizzatore dell’11 settembre, aveva confessato dopo le torture subite a Guantanamo.