ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sofia: defezione di Putin al Summit dell'energia

Lettura in corso:

Sofia: defezione di Putin al Summit dell'energia

Dimensioni di testo Aa Aa

Il vertice internazionale sull’energia si apre a Sofia senza Putin. Il premier russo manda il ministro dell’energia e smentisce che la defezione sia dovuta all’accordo tra Kiev e Bruxelles per ristrutturare i gasdotti ucraini.

La conferenza “Gas naturale per l’Europa sicurezza e collaborazione”, riunisce i rappresentanti di 28 paesi produttori di gas, Unione Europea e Stati Uniti. La Commissione Europea intende diversificare i corridoi delle risorse d’energia, ma i progetti in ballo presentano ancora numerosi nodi da sciogliere, soprattutto a livello geopolitico. La Russia chiede a Bruxelles un impegno chiaro a favore del Gasdotto South Stream, nato da un’intesa tra il colosso dell’energia russo Gazprom ed Eni. 900 km di conduttore per trasportare il gas russo in Europa, attraverso Mar Nero e la Bulgaria. L’Unione Europea risponde con il progetto Nabucco, che dovrebbe invece collegare i giacimenti della regione del Mar Caspio all’Austria. Un progetto che è stato peró escluso dalla lista dei progetti prioritari nel bilancio dell’UE, che stanizierà 50 milioni di euro invece dei 250 previsti inizialmente. Gazprom ha rifiutato l’invito a partecipare alla costruzione del gasdotto europeo, avendo già investito nel progetto del South Stream.