ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Islanda si prepara al voto

Lettura in corso:

L'Islanda si prepara al voto

Dimensioni di testo Aa Aa

Vigilia elettorale in Islanda. Il Paese, collassato sulla scia della crisi internazionale, si prepara ad elezioni anticipate che, secondo gli ultimi sondaggi, dovrebbero dare la vittoria all’attuale governo ad interim formato da Socialdemocratici e Verdi di Sinistra. Trale questioni al centro del dibattito, la crescente disoccupazione, che si avvia a superare quota nove per cento, ma anche l’avvicinamento all’Unione europea.

I Socialdemocratici guidati dal premier Johanna Sigurdaddotir si sono espressi a favore dell’ingresso nel club dei Ventisette. “Non ho nascosto il mio punto di vista – ha detto il premier: una delle priorità del prossimo governo è quella di fare domanda per entrare nell’Unione europea e aderire all’Euro. Il risultato dei negoziati con l’Unione europea dimostreranno i vantaggi dell’appartenenza. Non dobbiamo temere il risultato di un referendum”. Poco inclini all’adesione, i Verdi di Sinistra hanno infatti invocato la possibilità di indire, appunto, un referendum per sottoporre la questione direttamente agli islandesi. L’Islanda è stata definita dalle Nazioni Unite come la società più sviluppata al mondo, ma si trova ora di fronte ai lasciti della crisi. Le tre principali banche sono collassate nel giro di una settimana lo scorso ottobre, mettendo fine a un decennio di boom economico. Il governo guidato dall’allora premier Geir Haarde si è visto costretto alle dimissioni sulla scia di proteste di massa per la sua gestione della crisi.