ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, un'altra giornata di sangue: 60 morti

Lettura in corso:

Iraq, un'altra giornata di sangue: 60 morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Per il secondo giorno consecutivo, Baghdad è colpita da sanguinosi attacchi suicidi e ancora una volta le vittime sono sciite. Almeno 60 persone sono morte quando due kamikaze hanno fatto scoppiare le loro cinture esplosive nel santuario dell’imam Moussa al Kadhim, nel quartiere sciita di Kadhimiya. 125 i feriti. L’attacco fa seguito ai due di giovedì, uno a Baghdad e l’altro nella provincia settentrionale di Diyala. In totale, i morti sono 150 in due giorni. “Voglio mandare un messaggio ai vigliacchi che stanno dietro a questa aggressione – dice un sopravvissuto -. L’attacco non ci impedirà di continuare a frequentare i nostri luoghi santi. E’ stato un atto codardo”. La nuova fiammata di violenza fa temere una ripresa del conflitto tra sunniti e sciiti, che sembrava placato da quando, negli ultimi mesi, la situazione irachena era diventata più calma. Nel prossimo mese di giugno inizierà il ritiro delle truppe americane che dovrà completarsi nel 2011.