ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Contro la pirateria, sicurezza per la Somalia

Lettura in corso:

Contro la pirateria, sicurezza per la Somalia

Dimensioni di testo Aa Aa

Non denaro contro i pirati, ma fondi per la Somalia. La conferenza internazionale dei donatori ha scelto questa linea per combattere gli assalti che rendono inavvicinabile il Golfo di Aden: prosciugare l’acqua che alimenta il fenomeno intervenendo sul caos di uno Stato, la Somalia, alla deriva.

Euronews ne ha parlato con il ministro della Difesa francese Hervé Morin, che spiega il cambio di rotta rispetto a quanto fatto finora: “Stiamo intervenendo sulle coseguenze anzichè sulle cause. La principale causa è il collasso dello Stato somalo e l’assenza di istituzioni in Somalia. E ovviamente la povertà. Per un pescatore che guadagna 1 dollaro al giorno la pirateria è una bella tentazione. Pirateria organizzata nel contesto di una autentica rete mafiosa”. L’Unione Europea, attualmente impegnata nella sua prima missione navale militare, ha promesso aiuti per 60 milioni di euro per sostenere le forze dell’ordine locali e la missione dell’Unione Africana. La conferenza internazionale ha raccolto l’equivalente di 163 milioni di euro.