ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Affonda il Pil britannico

Lettura in corso:

Affonda il Pil britannico

Dimensioni di testo Aa Aa

Altro che ripresa. Il Prodotto interno lordo britannico nei primi tre mesi del 2009 è sceso dell’1,9%. A questo ritmo il 2009 rischia di chiudersi con un crollo del 4,1% della crescita contro una previsione di un meno 3,8% fatta dagli analisti. Il pacchetto varato da Gordon Brown, 194 miliardi di euro, non sembra dare i risultati sperati.

“Bisogna chiedersi se questo pacchetto rivitalizzerà le attività, perchè solo in quel caso ci saranno dei segnali che la situazione è destinata a migliorare”. Brown e il suo Cancelliere dello Scacchiere, Alistar Darling provano a mantenere la calma. L’opposizione invece soffia su sul fuoco della crisi. “Questi dati confermano che la recessione dura da piú di un anno. E si conferma come la peggiore dai tempi della guerra, peggio di quelle degli anni 80 e 90. Ed è chiaro che quello che ha fatto il governo non ha funzionato”. Cala il Pil perchè crollano i consumi. I britannici non hanno soldi e non possono spendere. E il Regno non sa come uscirne.