ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna: via libera a selezione embrioni anti-tumori per i nascituri

Lettura in corso:

Spagna: via libera a selezione embrioni anti-tumori per i nascituri

Dimensioni di testo Aa Aa

La lista si allunga: Belgio, Danimarca, Gran Bretagna. E ora la Spagna. Che per la prima volta autorizza la selezione di embrioni per evitare che i nascituri possanno contrarre forme di cancro.

La Commissione Nazionale per la riproduzione umana assistita ha dato il via libera a due coppie, una di Barcellona e una di Madrid. “E’ uno dei metodi meno stressanti” spiega il dottor Luis Izquierdo “meno dolorosi per permettere a una famiglia di evitare di avere figli affetti da malattie gravi come il cancro al seno e il cancro alla tiroide. Malattie ad alto rischio di mortalità”. La novità: non si punta a prevenire una patologia certa. Ma solo possibile. Seppure con una probabilità alta, nell’ordine dell’80%. L’altra frontiera, che Madrid ha tuttavia già infranto lo scorso ottobre, è quella della selezione genetica preimpianto. Programmare cioè il concepimento di un secondo figlio le cui cellule madre permettano di curare patologie del primogenito. “Spero che all’inizio dell’anno prossimo avremo un altro bimbo” spiega la donna in attesa di trattamento. Chiesa cattolica e conservatori gridano allo scandalo. Ma la Spagna di Zapatero è lanciata sulla via della sperimentazione e per fine estate attende la nascita del primo bimbo con due madri biologiche.