ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usare il telefono cellulare all'estero diventerà meno caro

Lettura in corso:

Usare il telefono cellulare all'estero diventerà meno caro

Dimensioni di testo Aa Aa

A partire dal primo luglio le tariffe delle chiamate in roaming e dei messaggi di testo, nonchè dello scaricamento dati, dovranno scendere, ordine di Bruxelles. L’Europarlamento, che il mese prossimo affronterà le urne, ha adottato in tempo record il nuovo regolamento delle telefonate in roaming, una mossa che dovrebbe far risparmiare i vacanzieri e chi viaggia per affari.

“Il roaming è molto importante per i cittadini europei, dice la relatrice del parlamento sulle telecomunicazioni, non solo perchè si tratta di pagare le bollette, ma anche perchè è un campo in cui l’Unione europea può fare la differenza, mentre è molto difficile per un singolo stato agire da solo, le decisioni devono venire prese insieme a livello europeo”. Le telefonate fatte all’estero costeranno 43 centesimi netti invece dei 46 attuali, per scendere a 35 centesimi nel 2011: Ricevere costerà dal 1 luglio 19 centesimi netti, invece di 22, per scendere a 11 centesimi nel 2011. I messaggi sms costeranno invece 11 centesimi. “Penso soprattutto ai giovani, dice Viviane Reding, che utilizzato molto gli sms per comunicare tra loro. Sono penalizzati non appena attraversano la frontiera. Pagano 3, 4, 5 10 volte di più che se avessero spedito il messaggio nel paese di origine. Questo non deve più accadere, non è l’Europa che vogliamo”. L’Europa pone un tetto anche al costo del trasferimento di pacchetti di dati. E questa volta, niente scappatoie: gli operatori dovranno fatturare al secondo, dopo i primi 31 secondi. Secondo uno studio infatti i consumatori europei pagano il 20 per cento in piÙ a causa della fatturazione al minuto utllizzata da molti operatori per le chiamate oltre confine.