ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pirateria: anche il Belgio aderisce ad Atalanta

Lettura in corso:

Pirateria: anche il Belgio aderisce ad Atalanta

Dimensioni di testo Aa Aa

In Inghilterra per imparare i segreti della lotta ai pirati. La fregata belga Louise-Marie ha lasciato ieri il porto di Zeebrugge e ha fatto rotta verso la Gran Bretagna. I 150 marinai a bordo parteciperanno a un corso accellerato per combattere la pirateria. Apprese le tecniche, di cui gli inglesi sono grandi esperti per tradizione, i marinai belgi saranno integrati nella missione europea Atalanta che pattuglia il Golfo di Aden.

Il comandante della Louise-Marie garantisce per i suoi uomini. “Disponiamo di missili, cannoni di 76 millimetri e di armi leggere. Durante il periodo di formazione in Inghilterra impareremo a usarli bene. La grande sfida, in un’operazione del genere, è saper distinguere una nave civile da una dei pirati”. Il Belgio ha dato la propria disponibilità a far parte di Atalanta proprio nel momento in cui una nave belga è sotto sequestro dai pirati al largo delle coste somale. É la Pompei, 65 metri di lunghezza per 2 mila tonnellate di stazza. A bordo ci sono 10 membri d’equipaggio. Era diretta alle Seychelles quando ha subito l’arrembaggio. Gli attacchi dei pirati nel Golfo di Aden proseguono nonostante anche la Nato, oltre all’Europa, abbia inviato una propria missione di contrasto. Ma i pirati moderni non badano alla forma. Agiscono senza presentarsi, di solito a colpo sicuro.