ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cipro: a rischio il processo di riunificazione

Lettura in corso:

Cipro: a rischio il processo di riunificazione

Dimensioni di testo Aa Aa

La riunificazione di Cipro rischia di complicarsi. I primi risultati ufficiali alle elezioni politiche di oggi a Cipro del Nord danno i nazionalisti in largo vantaggio. Un successo ampiamente previsto, che potrebbe far subire un ulteriore rallentamento al processo di riunificazione. L’attuale presidente, il progressista Mehmet Ali Talat, sta conducendo un difficile negoziato con il il suo omologo di Cipro del Sud, Demetris Christofias.

In realtà anche senza i nazionalisti, il processo di riunificazione, avviato lo scorso settembre sotto l’egida dell’Onu, non ha compiuto finora significativi passi avanti. L’isola è divisa dal 1974, quando l’esercito turco invase il territorio a nord in risposta a un colpo di stato dei greco-ciprioti. I nazionalisti turchi, guidati dall’ex primo ministro Dervis Eroglu, hanno annunciato che in caso di successo alle legislative, confermeranno Mehmet Ali Talat nel ruolo di mediatore con la parte greco-cipriota dell’isola.