ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa- Messico, collaborazione alla frontiera

Lettura in corso:

Usa- Messico, collaborazione alla frontiera

Dimensioni di testo Aa Aa

“I rapporti tra Messico e Stati Uniti sono entrati in una nuova era”. Cosi’ il presidente messicano Felipe Calderon dopo l’incontro di ieri con Barack Obama.

Lotta ai cartelli della droga, al traffico d’armi e all’immigrazione clandestina. Su questi tre fronti chiave sarà sinergia. Dei dodicimila stranieri che vivono illegalmente negli Stati Uniti la maggioranza è messicana. L’immigrazione è un tema delicato per Obama che ha fondato parte del successo alle urne rivendicando il meticciato culturale statunitense. “Il mio paese è stato arricchito dall’immigrazione dal Messico. I messicano-americani rappresentano questo legame forte tra le nostre due nazioni. Io mi impegno a correggere le storture delle leggi esistenti in materia, per ribadire le regole ma anche per valorizzare il fatto che siamo una nazione di immigrati” Altro punto in agenda il contrasto al traffico di droga e armi. Lo strapotere dei cartelli e la violenza che ne deriva, oltre seimila i morti l’anno scorso in messico, è frutto dell’enorme domanda di droga proveniente dagli Stati Uniti, da cui giunge anche il 90% delle armi messicane. Secondo Obama molto si puo’ fare per ridurre il fenomeno.