ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Trinità e Tobago blindato per il vertice dei paesi americani

Lettura in corso:

Trinità e Tobago blindato per il vertice dei paesi americani

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stato trasformato in una vera e propria fortezza, l’arcipelago di Trinità e Tobago, che da oggi e fino a domenica ospita il vertice dei paesi dei paesi delle Americhe.

Insieme al presidente statunitense Obama saranno presenti altri 33 capi di stato per il primo vertice panamericano da quattro anni, dopo quello di Mar de Plata in cui le manifestazioni di protesta avevano costretto il presidente Bush ad abbandonarlo prima del previsto. La scelta del piccolo arcipelago caraibico, ex colonia britannica divenuta indipendente nel 1962, come sede del vertice punta a ridurre i rischi di mobilitazioni di protesta. A fare da contraltare alla riunione di Trinidad e Tobago, i paesi che si ritrovano nel cartello dell’Alternativa bolivariana per le Americhe, si sono ritrovati a Cumanà, in Venezuela. Tra i presenti il cubano Raul Castro, e i capi di stato di Bolivia e Nicaragua. Il presidente venezuelano Hugo Chavez, ha poi annunciato per il 2010 la nascita di una moneta comune, il “sucre”, destinata a costituire un sistema di pagamento regionale. Ieri, a margine della riunione, il presidente boliviano Evo Morales aveva rivelato l’esistenza di un complotto per ucciderlo, sventato grazie a una operazione di polizia nel corso della quale sono stati uccisi due mercenari stranieri e un boliviano.