ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlino, guerra alla pedopornografia online

Lettura in corso:

Berlino, guerra alla pedopornografia online

Dimensioni di testo Aa Aa

I cinque principali provider tedeschi hanno firmato con la polizia postale un accordo per bloccare l’accesso ad oltre mille siti pedopornografici.

I provider coinvolti gestiscono tre quarti del mercato. Chi tenterà di entrare nei siti della lista nera verrà fermato con un messaggio di errore, l’indirizzo IP del computer non verrà pero’ comunicato alla polizia. “Pensiamo che in certe circostanze- dichiara il portavoce di Vodafone- non possiamo essere equiparati ad altri esercenti di servizi internet, ma nemmeno vogliamo diventare dei poliziotti della rete” Per il Ministro della famiglia tedesco, Ursula Von der Leyen si tratta di una vittoria: “Siamo di fronte alla felice conclusione di lunghi negoziati, in cui l’opposizione è stata forte. Grazie a voi e al vostro coraggio per aveere intrapreso con noi questa strada” Già attuato in Scandinavia, Paesi Bassi, Svizzera, Regno Unito, Canada, il blocco è stato salutato dall’Unicef e criticato dal “Chaos Computer Club”, che si oppone alla censura su internet.