ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pescatori francesi in rivolta: "Quote mal distribuite"

Lettura in corso:

Pescatori francesi in rivolta: "Quote mal distribuite"

Dimensioni di testo Aa Aa

Pescatori in rivolta nel nord della Francia. I porti di Boulogne-sur-Mer, Calais e Dunquerque sono bloccati da ieri pomeriggio in protesta contro il sistema delle quote europee.

I più arrabbiati sono i piccoli privati, che si trovano in difficoltà mentre – dicono – il pesce è abbondante. Chiedono l’aumento delle quote, che secondo loro sono mal distribuite, a vantaggio in particolare della Norvegia. Il presidente di un’associazione di Calais spiega: “Abbiamo già raggiunto le quote autorizzate, dopo soli quattro mesi di lavoro. Vorremmo continuare a lavorare anche gli altri otto mesi, perciò chiediamo un aumento delle quote”. Il ministro dell’agricoltura, Michel Barnier, ha invitato i pescatori a Parigi domani mattina per discutere delle misure economiche necessarie, ma ha escluso la possibilità di rimettere in discussione le quote attuali. Barnier ha ricordato che la Francia ha già ottenuto un aumento del 30 per cento per il 2009, dopo un 25 per cento supplementare per il 2008.