ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Moldova, al via il riconteggio dei voti

Lettura in corso:

Moldova, al via il riconteggio dei voti

Dimensioni di testo Aa Aa

I comunisti saranno confermati alla guida della Moldova? Lo si saprà entro il ventuno aprile prossimo. Oggi è cominciato il riconteggio dei voti delle elezioni dello scorso cinque aprile.

Una richiesta avanzata dal presidente Vladimir Voronin per tacitare le accuse dell’opposizione e le violente proteste di piazza che hanno accompagnato i risultati. I comunisti hanno ottenuto sessanta seggi, uno in meno del necessario per mettere in cassaforte anche l’elezione del presidente. L’ opposizione, a cui sono andati quarantuno seggi, ha lanciato accuse di brogli, sarebbero stati considerati anche voti di elettori deceduti o espatriati. Per questo valuta inutile anche il riconteggio in atto, e invoca nuove elezioni. Un morto e trecento arrestati è questo il bilancio delle contestazioni seguite all’esito del voto. Il presidente Voronin ha prima accusato la Romania di avere fomentato la rivolta, ordinando l’espulsione dell’ambasciatore. Poi ha inviato un segnale di distensione richiedendo l’amnistia per tutti i partecipanti ai disordini del sette aprile ed il blocco dei processi. I due paesi sono legati storicamente: prima dell’annessione all’unione sovietica parte del territori moldavi erano sotto il controllo romeno.