ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Aquila, avanza l'inchiesta sui crolli

Lettura in corso:

L'Aquila, avanza l'inchiesta sui crolli

Dimensioni di testo Aa Aa

L’inchiesta della magistratura sui crolli del terremoto dell’Aquila inizia con quegli edifici che avrebbero dovuto essere antisismici e che invece non hanno retto. A cominciare dagli edifici pubblici, come il nuovo ospedale, la prefettura, la casa dello studente, che era stata recentemente ristrutturata. Preoccupati per lo sciame sismico che interessava l’Aquila da mesi, diversi studenti si erano rivolti alle autorità, e avevano ricevuto rassicurazioni sulla stabilità del palazzo. Poi, la scossa del 6 aprile l’ha fatto crollare. “Non è possibile – dice uno studente – che una famiglia mandi a studiare i figli con dei sacrifici, li manda a studiare fuori casa, si affida allo Stato – quella casa è statale, è qualcosa di pubblico – e quella casa è stata una delle prime a crollare. Vogliamo risposte” Il nuovo ospedale, inaugurato nel 2000 e reso inagibile dal terremoto, non aveva nemmeno il certificato di agibilità. L’indagine della Procura della repubblica dell’Aquila intende fare luce su tutte le fasi della costruzione.