ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Accordo incerto tra Fiat e Chrysler

Lettura in corso:

Accordo incerto tra Fiat e Chrysler

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono in forse le nozze tra Chrysler e Fiat se non si verrà a patto con i sindacati americani e canadesi. Lo ha annunciato l’amministratore delegato Sergio Marchionne che ha quantificato una su due le probabilità di chiudere l’accordo. Fiat sarebbe disposta ad abbandorare il progetto a cui il governo americano ha posto come termine ultimo il 30 aprile e a cercarsi un altro partner internazionale se non ci saranno le condizioni adeguate. Il matrimonio prevede l’attuazione di strategie di rilancio che devono passare attraverso il taglio dei costi del personale, nelle fabbriche statunitensi e canadesi, ma senza immissione di capitale da parte di Fiat. Si tratta, secondo Marchionne, di una strategia di adeguamento ai livelli degli stabilimenti in Nord America delle case automobilistiche giapponesi e tedesche, ma la linea non ha trovato, finora, il consenso delle parti sociali. L’amministratre delegato del gruppo torinese si è detto anche favorevole a ricoprire la carica di amministratore delegato per entrambe le aziende, ma ha escluso impegni privi di prospettive concrete di ripresa.