ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, blitz contro il maggior partito filo-curdo: 50 arresti

Lettura in corso:

Turchia, blitz contro il maggior partito filo-curdo: 50 arresti

Dimensioni di testo Aa Aa

Una vasta operazione della polizia turca contro politici e attivisti filo-curdi ha portato all’arresto di una cinquantina di persone, tutte sospettate di intrattenere legami con il PKK, considerato da Ankara un’organizzazione terroristica.

A finire in manette è anche il vicepresidente del Partito della società democratica, reduce dal successo ottenuto alle amministrative del 29 marzo. Il numero uno del partito ha denunciato come antidemocratica l’operazione contro la quarta forza politica del paese, accusando il governo di volersi prendere una rivincita dopo lo smacco subito alle urne. I blitz della polizia sono avvenuti in nove località, compresa Djarbakir, la più grande città del sud est della Turchia, dove sono stati perquisiti gli uffici del comune e di un’emittente televisiva curda. Il responsabile delle forze armate turche ha intanto dichiarato che le operazioni militari nel nord dell’Iraq avrebbero seriamente indebolito i guerriglieri del PKK, la cui leadership sarebbe divisa da rivalità interne.