ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Thailandia, scongiurato rischio di nuove violenze

Lettura in corso:

Thailandia, scongiurato rischio di nuove violenze

Dimensioni di testo Aa Aa

A spingere i manifestanti a togliere l’assedio è stata la convinzione che polizia ed esercito stessero per attaccare, al termine di una notte carica di tensione. I sostenitori dell’ex premier Thaksin, che continua ad avere un grande seguito soprattutto nelle campagne, dovranno trovare un altro modo per protestare.

Il premier Abhisit Vejjajiva, che domenica aveva dichiarato lo stato d’emergenza, esce rafforzato dal braccio di ferro. Le forze dell’ordine hanno affermato che la protesta rischiava di degenerare ulteriormente: sono state sequestrate armi da fuoco e tre uomini sono stati arrestati perché sospettati di voler dare fuoco alla sede di una banca. Dopo tre settimane di manifestazioni in cui si chiedevano le dimissioni dell’attuale governo per favorire il ritorno al potere di Takhsin, la giornata di ieri ha segnato una svolta, con gravi violenze. I dimostranti hanno eretto barricate, lanciato bottiglie molotov, sassi e addirittura autobus contro i militari. Stavolta, la polizia ha reagito diversamente rispetto a qualche mese fa. Alla fine dell’anno scorso le forze dell’ordine erano rimaste passive quando manifestazioni di piazza portarono alla caduta di un governo vicino a Takhsin.