ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Privacy: Bruxelles apre una procedura di infrazione contro la GB

Lettura in corso:

Privacy: Bruxelles apre una procedura di infrazione contro la GB

Dimensioni di testo Aa Aa

La Commissione europea ha aperto una procedura d’infrazione contro la Gran Bretagna per la scarsa protezione dei dati personali degli utenti di internet. Ma non solo. Londra è sotto accusa per aver consentito un utilizzo non controllato di Phorm, il software per le pubblicità mirate.

Il commissario responsabile delle telecomunicazioni Viviane Reding si esprime cosi’ in difesa della privacy: ‘‘Vuoi che Internet diventi una giungla? avverte – Potrebbe presto accadere, se non si riesce a controllare l’uso dei vostri dati personali on-line’‘ Bruxelles ha già chiesto che Facebook e gli altri siti dello stesso genere, di prendere provvedimenti per proteggere i dati personali . Ma nel mirino degli europei non c‘è solo il web, precisa Martin Selmayr, portavoce della commissione: “Stiamo pensando anche all’utilizzo che viene fatto delle etichette di identificazioni elettroniche. Si tratta di una forma di tecnologia in cui vengono registrati i dati personali all’interno di microchips.” Bruxelles ha chiesto a Londra di modificare la propria legislazione per conformarsi alle regole comunitarie in tema di privacy dei dati on line. La GB ha due mesi di tempo per rispondere ed evitare che la procedura vada avanti fino alla Corte di Giustizia.