ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

'Camicie rosse' circondano ancora edificio del governo thailandese

Lettura in corso:

'Camicie rosse' circondano ancora edificio del governo thailandese

Dimensioni di testo Aa Aa

Migliaia di manifestanti, centinaia di militari. Si controllano e si studiano in una calma tesa per le strade di Bangkok. La sede del governo thailandese contestato resta circondata dai dimostranti il giorno dopo gli scontri che nella capitale hanno fatto 2 morti e oltre 100 feriti.

Le ‘camicie rosse’ che sostengono l’ex Primo ministro in esilio Thaksin Shinawatra non intendono abbassare la guardia e pretendono le dimissioni dell’attuale Premier Abhisit Vejjajiva. Il quale, dopo il rammarico espresso per le vittime, si è tuttavia detto indisponibile a qualunque tipo di trattativa con i manifestanti. A Bangkok e in numerosi distretti del Paese è in vigore lo stato di emergenza. Ieri i vertici dell’esercito, tradizionalmente fedele al re, avevano minacciato di passare a misure repressive più dure. Sabato scorso la protesta contro il governo è riuscita a far saltare il vertice Asean affidato a Bangkok. Ora, mentre le diplomazie di mezzo mondo sconsigliano ai loro cittadini di recarsi in Thailandia, il problema rischia di diventare anche economico per un Paese che vive di turismo.