ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scandalo Labour, si dimette un consigliere di Gordon Brown

Lettura in corso:

Scandalo Labour, si dimette un consigliere di Gordon Brown

Dimensioni di testo Aa Aa

Un nuovo scandalo si abbatte su Downing Street a 14 mesi dalle elezioni politiche.

Scandalo che ha portato Damian McBride, uno dei più stretti consiglieri del premier Gordon Brown, a dare le dimissioni. Un blogger conservatore ha svelato che lo scorso gennaio McBride ha inviato a un collaboratore delle e-mail con piani per una campagna diffamatoria ai danni dell’opposizione. Il ministro ombra dell’interno Chris Grayling ha commentato: “C‘è chiaramente un cancro nel cuore dell’amministrazione di Gordon Brown. Stanno facendo cose inaccettabili per qualunque persona ragionevole. Stanno diffondendo bugie sui politici dell’opposizione. Gordon Brown deve scusarsi personalmente e fare in modo che non succeda più”. La parlamentare Labour Emily Thornberry sdrammatizza: “Non era una campagna orchestrata, dice. Erano solo due uomini che parlavano della possibilità di fare qualcosa, decidendo di non farla. Poi qualcuno ha crackato le loro e-mail e ha passato la notizia ai giornali”. Una notizia che si aggiunge a una serie di scandali precedenti, e che non giova certo a un Brown che annaspa fra crisi d’immagine, crisi finanziaria, e un ritardo di sette punti nei sondaggi rispetto ai conservatori.