ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ancora scontri a Bangkok tra la polizia e i sostenitori dell'ex premier Shinawatra

Lettura in corso:

Ancora scontri a Bangkok tra la polizia e i sostenitori dell'ex premier Shinawatra

Dimensioni di testo Aa Aa

Si fanno via via più duri in Thailandia gli scontri tra le forze dell’ordine e le migliaia di sostenitori dell’ex premier Shinawatra, mobilitati da giorni per chiedere nuove elezioni e il ritorno del loro ledaer. Gli incidenti finora hanno causato almeno 77 feriti, alcuni dei quali gravi.

Solo pochi giorni fa lo scoppio della rivolta antigovernativa aveva costretto le autorità ad annullare il vertice dei paesi asiatici gia iniziato a Pattaya. Dopo aver proclamato lo stato d’emergenza, il governo di Bangkok, nel timore che i disordini influiscano negativamente sul turismo, ha preannunciato per le prossime ore iniziative specifiche per garantire la piena agibilità di porti e aeroporti. “Vogliamo rassicurare tutti, thailandesi e stranieri”, dice un portavoce del governo, “sul fatto che le misure adottate sono calibrate per assicurarvi sicurezza e protezione”. L’ex capo del governo Shinawatra, dall’esilio londinese, ieri aveva esortato i suoi sostenitori a non fermare la protesta, dicendosi pronto a tornare in patria – dove lo attende un processo per corruzione – e a sfidare le autorità, se queste avessero deciso di usare la forza. Dal canto suo, il primo ministro Abhisit Vejajiva, ha promesso a breve l’avvio di azioni legali contro i promotori della protesta.