ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Moldova, Corte costituzionale dice si al riconteggio dei voti

Lettura in corso:

Moldova, Corte costituzionale dice si al riconteggio dei voti

Dimensioni di testo Aa Aa

Si al riconteggio dei voti. La Corte costituzionale moldava ha accolto la richiesta del capo dello stato, seguita ai disordini scoppiati con la vittoria del suo partito, il partito comunista, alle legislative di domenica scorsa.

L’opposizione, che oggi ha portato circa cinquemila persone a manifestare pacificamente nella capitale, sostiene che il riconteggio non serva a smascherare i brogli e chiede di tornare alle urne. Dal canto suo, il presidente Vladimir Voronin ha apertamente accusato la Romania di aver fomentato le proteste violente della settimana scorsa, nel tentativo di creare le condizioni per un colpo di stato. Per i disordini sono stati arrestati più di 300 attivisti anti-comunisti. Sotto accusa anche la repressione da parte delle forze di polizia: un giovane manifestante è morto, secondo l’autopsia per intossicazione ai gas lacrimogeni, secondo la famiglia per i colpi ricevuti dagli agenti. Alle elezioni del 5 aprile, i comunisti di Voronin hanno ottenuto poco meno dei 50% dei voti.