ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Thailandia, proteste costringono governo a annullare vertice Asean

Lettura in corso:

Thailandia, proteste costringono governo a annullare vertice Asean

Dimensioni di testo Aa Aa

Vertice annullato causa proteste. La riunione dei paesi del Sud est asiatico a Pattaya, in Thailandia, è stata aggiornata ancora prima di cominciare, con gli ospiti internazionali costretti a raggiungere Bangkok in elicottero.

Il primo ministro Abhisit Vejjajiva ha dichiarato lo stato di emergenza per la località balneare dove oggi e domani avrebbe dovuto svolgersi il vertice, dichiarando che la priorità, al momento, è garantire la sicurezza dei leader dell’Asean. Per le Camice rosse, movimento popolare che chiede le dimissioni dell’attuale capo del governo, è un bel successo mediatico. Da giorni erano scesi in piazza per reclamare nuove elezioni, convinti che Vejjajiva, arrivato al potere a dicembre grazie a un ribaltone parlamentare, non otterrebbe mai la maggioranza necessaria per essere riconfermato in carica. Al suo posto, reclamano il ritorno dell’ex premier Thaksin Sinawatra, attualmente in esilio e condannato in contumacia per abuso di potere. Con i manifestanti, ufficialmente il governo non tratta, ma dietro le quinte sembra che Vejjajiva sarebbe disposto ad annullare le pendenze giudiziarie di Sinawatra e a sbloccare il suo patrimonio da oltre un miliardo e mezzo di euro, in cambio della sua collaborazione per mettere fine alle proteste.