ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La tutela contro gli sciacalli

Lettura in corso:

La tutela contro gli sciacalli

Dimensioni di testo Aa Aa

Processi in tempi record per tutelare la popolazione colpita dal terremoto. Per il rischio di atti di sciacallaggio verso le abitazioni abbandonate è operativa, da ieri, un’unità di crisi del servizio di giustizia nella scuola della guardia di finanza che coordina i soccorsi. I primi processati di questo tribunale d’urgenza sono stati quattro romeni fermati per il sospetto di sciacallaggio, poi assolti. Molte persone vengono accompagnate dai vigili del fuoco nelle abitazioni abbandonate per recuperare i propri beni, anche se obiettivo dei saccheggi non sono soltanto le case, ma anche i campi di accoglienza, dove sono distribuiti abiti e viveri. E mentre crescono i bilanci – le vittime sono 291 e gli sfollati, almeno 40mila – è polemica sull’organizzazione nelle tende.

“Hanno dato la precedenza ai disabili, è vero. Pero’ dietro ai disabili si sono accodati anche quelli normali e hanno preso le tende a vanvera”. “Abbiamo fatto un censimento di tutti quelli che sono nelle tende. Questo censimento adesso sarà portato al centro di coordinamento e controllo dopodichè le forze dell’ordine provvederanno a fare un riconoscimento” Per le tendopoli la priorità è ora di completare il censimento per allontanare eventuali occupanti abusivi, la protezione civile è al lavoro anche per migliorare la fornitura di servizi essenziali.